Sida Farm Logo
accesso_pagina
Accedi
carrello_pagina
Carrello
Totale
0,00 
Sida Farm Logo

Il CBD crea dipendenza?

Il CBD, o cannabidiolo, è uno dei principali cannabinoidi presenti nella cannabis e, a differenza del THC (tetraidrocannabinolo), questa sostanza non ha effetti psicotropi e non è in grado di causare dipendenza.

Non ci sono, infatti, evidenze scientifiche che dimostrino che il CBD possa portare alla dipendenza.

Questa la risposta in breve, ma perché il cannabidiolo non ha come effetto la dipendenza?

E, soprattutto, perché c'è ancora chi sostiene il contrario?

Scopriamolo insieme.

Perché c’è chi sostiene che il CDB crea dipendenza?

Il CBD è spesso utilizzato in combinazione con il THC, e il THC è noto per avere effetti psicotropi e per essere in grado di causare dipendenza.

Se si utilizza il CBD assieme al THC, potrebbe esserci il rischio di sviluppare dipendenza dal tetraidrocannabinolo.

È importante essere consapevoli di questo rischio e di fare un uso responsabile di questi prodotti.

Il sistema endocannabinoide è un sistema di recettori presenti nel cervello e nel corpo che interagiscono con i cannabinoidi, sia quelli prodotti naturalmente dal nostro corpo (chiamati endocannabinoidi) sia quelli presenti nella cannabis (chiamati cannabinoidi esogeni).

Il THC agisce sui recettori del sistema endocannabinoide del cervello in modo tale da produrre gli effetti psicotropi, mentre il CBD non ha questo effetto.

Il CBD non è considerato una sostanza psicotropa e non è in grado di causare dipendenza, dalle ricerche scientifiche attuali sappiamo anche il perché.

Perché il CBD non crea alcuna dipendenza

Oggi, a differenza del passato, sappiamo come funziona il nostro corpo a livello biochimico come sappiamo cosa succede quando si fa uso di cannabis comune.

I recettori del sistema endocannabinoide sono presenti in diverse aree del cervello e del corpo e il loro ruolo è quello di regolare diverse funzioni fisiologiche, come sonno, appetito, dolore, umore ecc. .

Il sistema endocannabinoide è composto da due tipi di recettori principali:

  • recettori CB1;
  • recettori CB2.

Mentre I recettori CB1 sono presenti principalmente nel cervello e nella spina dorsale, i recettori CB2 sono presenti principalmente nel sistema immunitario.

I cannabinoidi esogeni, come il THC e il CBD, interagiscono con i recettori del sistema endocannabinoide in modo diverso, producendo ovviamente effetti differenti sulla salute.

In buona sostanza il THC agisce principalmente sui recettori CB1 del cervello, producendo gli effetti psicotropi, mentre il CBD non ha questo effetto ed è per questa ragione che solo il tetraidrocannabinolo fa sballare.

Ma c'è dell'latro da sapere.

I cannabinoidi esogeni meno conosciuti

Un elenco completo dei cannabinoidi presenti nella cannabis è certo possibile ma poco utile in quanto alcuni di questi componenti chimici rappresentano parti talmente piccole che sono di fatto trascurabili.

La cannabis contiene, infatti, circa 100 cannabinoidi differenti, oltre al THC e al CBD i più conosciuti perché in percentuale maggiore.

I più noti, oltre al cannabidiolo e al tetraidrocannabinolo sono il:

  • CBG (cannabigerolo) -  è un precursore del THC e del CBD, e ha effetti terapeutici simili a quelli del CBD. Può infatti ridurre l'infiammazione e migliorare la funzionalità dei nervi.
  • THCV (tetraidrocannabivarina) - è una sostanza presente in alcune varietà di cannabis e ha effetti simili al THC, ma con una durata più breve e meno intensa.
  • CBDV (cannabidivarina) - è una sostanza presente in alcune varietà di cannabis e ha effetti simili al CBD, ma con una maggiore attività anticonvulsivante.
  • CBN (cannabinolo) - è un metabolito del THC, cioè una sostanza che si forma dal THC in seguito all'ossidazione o all'esposizione alla luce. Ha effetti sedativi e potrebbe essere utile per il trattamento dell'insonnia.

Come detto esistono anche altri cannabinoidi esogeni presenti nella cannabis, ancor meno conosciuti, come ad esempio:

  • il CBDA (cannabidiolo-acido),
  • il THC-A (tetraidrocannabinolo-acido)
  • il CBC (cannabicromeno).

L'importanza del valore percentuale

Le percentuali di cannabinoidi esogeni presenti nella cannabis variano in base alla varietà di pianta e al metodo di coltivazione.

In genere, però, le varietà di cannabis a elevato contenuto di THC contengono anche minori quantità di CBD, e viceversa.

Di seguito sono riportate le percentuali medie di THC e CBD presenti in alcune varietà di cannabis comune:

  • Cannabis a elevato contenuto di THC (ad esempio, varietà "sativa"): THC 20-30%, CBD 1-5%;
  • Cannabis a elevato contenuto di CBD (ad esempio, varietà "indica"): THC 1-5%, CBD 20-30%
  • Cannabis equilibrata (ad esempio, varietà "hybrid"): THC 10-20%, CBD 10-20%

È importante notare che queste percentuali sono solo indicative e possono variare in base a diverse circostanze.

Inoltre, è bene anche ricordare che, le varietà di cannabis a elevato contenuto di THC sono quelle che producono gli effetti psicotropi tipici della cannabis, mentre quelle a elevato contenuto di CBD sono quelle che vengono spesso utilizzate per le loro proprietà terapeutiche.

CBD, THC e dipendenza, che  differenza c’è tra sativa, indica e ibrida?

La cannabis sativa è una varietà di pianta della cannabis che cresce in zone tropicali e subtropicali.

Le piante di cannabis sativa sono caratterizzate da foglie sottili e allungate, da un alto contenuto di THC e da un minor contenuto di CBD.

Le varietà di cannabis sativa sono spesso utilizzate per le loro proprietà psicotrope e sono particolarmente apprezzate per il loro effetto energizzante e stimolante.

Vengono utilizzate per il trattamento della depressione, della stanchezza e dell'ansia.

La cannabis sativa, com’è noto, può avere svariati effetti collaterali, come l'ansia e la paranoia, soprattutto se consumata in grandi quantità o se si è particolarmente sensibili ai suoi effetti.

Il THC, ovvero il principale componente psicotropo della cannabis, può causare dipendenza e l'uso eccessivo di cannabis sativa può avere effetti negativi sulla salute.

La specie di cannabis sativa più conosciuta è probabilmente la Cannabis sativa L., anche conosciuta come "cannabis comune".

Questa specie è originaria dell'Asia centrale e meridionale e viene coltivata in tutto il mondo per i suoi numerosi usi, sia industriali sia terapeutici.

La cannabis indica è una varietà di pianta della cannabis che cresce in zone montuose e temperate.

Le piante di cannabis indica sono caratterizzate da foglie larghe e carnose, da un basso contenuto di THC e da un alto contenuto di CBD.

Le varietà di cannabis indica sono spesso utilizzate per le loro proprietà terapeutiche e sono particolarmente apprezzate per il loro effetto rilassante e sedativo.

Svolgono un’azione terapeutica per il trattamento dell'ansia, del dolore e dell'insonnia.

Anche in questo caso è però importante ricordare che l'uso di cannabis indica può avere effetti collaterali, come sonnolenza e stordimento, soprattutto se consumata in grandi quantità o se si è particolarmente sensibili ai suoi effetti.

Inoltre, è importante anche sapere che il THC, il principale componente psicotropo della cannabis, può causare dipendenza e che l'uso eccessivo di cannabis indica può avere effetti negativi sulla salute.

La specie di cannabis indica più conosciuta è probabilmente la Cannabis indica Lam., anche conosciuta come "cannabis indiana".

Questa specie è originaria dell'Asia centrale e meridionale e viene coltivata in tutto il mondo per i suoi numerosi usi, sia industriali sia terapeutici.

La "cannabis hybrid" è varietà di cannabis ottenuta incrociando due o più specie di cannabis, come la Cannabis sativa e la Cannabis indica.

Le cannabis hybrid sono caratterizzate da una combinazione di tratti fisici e chimici ereditati dalle specie parentali.

Le varietà di cannabis hybrid sono spesso utilizzate per il loro effetto equilibrato e possono avere proprietà terapeutiche simili sia alla Cannabis sativa sia alla Cannabis indica.

Non c'è una specie di cannabis hybrid particolarmente conosciuta, poiché le varietà di cannabis hybrid sono ottenute incrociando diverse specie di cannabis in modo da ottenere una combinazione specifica di tratti fisici e chimici.

La cannabis è legale o no?

La marijuana è legale in alcuni paesi per uso medicinale o per uso ricreativo.

Tuttavia, la legislazione sulla marijuana varia notevolmente da paese a paese e può cambiare rapidamente.

Alcuni paesi in cui la marijuana è legale per uso medicinale o per uso ricreativo includono:

  • Canada
  • Usa (in alcuni stati)
  • Uruguay
  • Olanda
  • Spagna
  • Portogallo
  • Georgia
  • Croazia
  • Grecia
  • Irlanda

Inoltre, in molti paesi la marijuana è legale solo per uso medicinale, ad esempio in Germania, Italia, Giappone, Australia, Brasile e molti altri.

È importante ricordare che la legislazione sulla marijuana può cambiare rapidamente e che è sempre necessario informarsi sulla situazione locale prima di utilizzare questa sostanza.

È necessario rispettare le leggi e i regolamenti locali in materia di marijuana per non incorrere in problemi giudiziari seri.

Fa la cosa giusta

Vuoi tutti i benefici del CBD senza gli effetti del THC?

La cannabis light è la risposta perché ha alte percentuali di CBD e basse/bassissime percentuali di THC.

La cannabis light, oggi in Italia, è liberamente acquistabile per uso collezionistico e, puoi averla direttamente a casa tua a un prezzo super-conveniente, in tempi rapidissimi e nel pieno rispetto del tuo anonimato assoluto.

Fa la cosa giusta perché non sai cosa acquisti quando prendi un prodotto illegale ed è della tua salute che stiamo parlando, oltre che dei tuoi soldi.

Acquista sempre prodotti controllati e certificati da aziende che possono commercializzare legalmente questo prodotto.

Scegli ora l’erba light che preferisci nel nostro Shop online di cannabis legale, prodotti di qualità eccelsa venduti direttamente dalla nostra azienda e prodotti da noi.

Affidati sempre a grossisti di qualità.

Sei nuovo su SIDAFARM e ancora non ti abbiamo convinto?

Per te uno sconto del 5% per il tuo primo acquisto subito disponibile.

Che aspetti?

autopurple 2022
trasporto

Spedizione rapida

Gratuita per ordini superiori a € 50,00.
Consegna in max 36 ore.
aninimato

Anonimato garantito

Consegna a domicilio in pacchi anonimi
per il rispetto della tua privacy.
pagamenti

Pagamenti sicuri

Pagamenti con carta di credito o di debito sicuri e protetti su circuito Viva Wallet. Puoi pagare anche con bonifico anticipato o alla consegna, in questo secondo caso sarà aggiunta una piccola commissione di 4 Euro.

Sei un nuovo cliente?

Per Te uno sconto immediato del 5% sul tuo ordine.
Usa ora il Coupon GREENSIDA

Vendita di Cannabis Light Online

  • In offerta! Strawberry

    Strawberry

    A partire da 1,50  al grammo
  • In offerta! Raimbow Berry 2

    Raimbow Berry

    A partire da 1,50  al grammo
  • In offerta! Blue Dream

    Blue Dream

    A partire da 3,00  al grammo
  • In offerta! Amnesia Withe

    Amnesia Withe

    A partire da 2,00  al grammo

Un consiglio?

Prova i nostri Mini-Bud, disponibili di ogni strain, fiori profumatissimi e ricchi di principio attivo, senza parti legnose e vegetali.
Risparmia fino al 30%!

Tutti i prodotti venduti sono da intendersi come un prodotto tecnico da collezione.
Non è un prodotto medicinale, alimentare, da combustione e da ingestione od assunzione.
Acquistando questo prodotto dichiari di avere più di 18 anni.
Sida Farm Logo Cannabis Light
SIDA Farm è qualità, eccellenza e passione.
Controlliamo tutto il procedimento di filiera di ogni singolo fiore, dalla messa in campo fino ad arrivare alla vendita. La cura maniacale nei vari processi ci permette di ottenere un prodotto che riesce a soddisfare i clienti più esigenti.

Informative

Pagamenti sicuri con:
logo-vivawallet-pagamento
SIDA FARM - Sede Legale Via Fantoni n°6 Treviglio (BG)  | P.IVA 04589220161 - C.F 04589220161 | Realizzazione sito web by Apollo
©2022 - SIDA FARM | All right reserved
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram